ROSA NIGRO

Graphic designer.
Innamorata della vita.
Sono molto curiosa e in continua ricerca.
Esploro e osservo.

Ho sempre amato la bellezza, in ogni sua forma ed espressione. Per arricchire il mio bagaglio di esperienze, per crescere professionalmente e per poter catturare tutta la bellezza che c’è intorno ho intrapreso un percorso di studio in ambito fotografico: mi piace fermare l’attimo, il momento, il gesto. Amo scattare e amo farlo sempre con una ricerca personale. Bellezza per me è armonia ma anche disarmonia, è felicità e dolore: bellezza è tutto ciò che è vero.

Sono molto curiosa e in continua ricerca. Esploro e osservo. Amo lavorare con il mio corpo, con la danza e il movimento che mi consentono di esprimermi e di comunicare. Ballo da sempre e la curiosità mi ha spinto a conoscere nel profondo diverse forme musicali, espressive corporee e verbali a partire dall’antiche aerobica con gli scaldamuscoli, a percorrere un viaggio nella cultura popolare contadina con le danze popolari del Sud Italia studiando testi, gestualità e il significato che c’è dietro. Passando poi al tango argentino incuriosita dalla sua origine popolare e non teatrale. Una passione immensa che ancora mi accompagna e non mi abbandonerà mai; la comunicazione di due corpi che si muovono insieme in un respiro ritmano, condividendo momenti irripetibili e mai uguali nel sentire. Un nuovo grande amore è la Contact Improvisation, dove singolo e gruppo si muovono, si incontrano, si separano e si ritrovano esplorando tutta la complessità del movimento, la fluidità, le spirali, le dissociazioni che il corpo umano è capace di fare.

Graphic designer.
Innamorata della vita.
Sono molto curiosa e in continua ricerca.
Esploro e osservo.

Ho sempre amato la bellezza, in ogni sua forma ed espressione. Per arricchire il mio bagaglio di esperienze, per crescere professionalmente e per poter catturare tutta la bellezza che c’è intorno ho intrapreso un percorso di studio in ambito fotografico: mi piace fermare l’attimo, il momento, il gesto. Amo scattare e amo farlo sempre con una ricerca personale. Bellezza per me è armonia ma anche disarmonia, è felicità e dolore: bellezza è tutto ciò che è vero.

Sono molto curiosa e in continua ricerca. Esploro e osservo. Amo lavorare con il mio corpo, con la danza e il movimento che mi consentono di esprimermi e di comunicare. Ballo da sempre e la curiosità mi ha spinto a conoscere nel profondo diverse forme musicali, espressive corporee e verbali a partire dall’antiche aerobica con gli scaldamuscoli, a percorrere un viaggio nella cultura popolare contadina con le danze popolari del Sud Italia studiando testi, gestualità e il significato che c’è dietro. Passando poi al tango argentino incuriosita dalla sua origine popolare e non teatrale. Una passione immensa che ancora mi accompagna e non mi abbandonerà mai; la comunicazione di due corpi che si muovono insieme in un respiro ritmano, condividendo momenti irripetibili e mai uguali nel sentire. Un nuovo grande amore è la Contact Improvisation, dove singolo e gruppo si muovono, si incontrano, si separano e si ritrovano esplorando tutta la complessità del movimento, la fluidità, le spirali, le dissociazioni che il corpo umano è capace di fare.